2 ottobre 2015
Category blog novabad
2 ottobre 2015,
 0

Tutti gli appassionati della doccia dovrebbero ringraziare il Dottor Merry Delabost, medico della prigione Bonne-Nouvelle di Rouen, che nel 1872 la inventò, con lo scopo di garantire un’igiene migliore ai prigionieri ed allo stesso tempo far risparmiare lo Stato, in quanto si trattava di docce collettive, anche se il flusso d’acqua era individuale.
Tornando ai nostri tempi però all’interno delle abitazioni l’elemento di arredo bagno principale è la vasca, contrariamente alle statistiche effettuate negli ultimi anni che indicano che la maggior parte delle persone intervistate preferiscono comunque la doccia.

5 buoni motivi per preferire la doccia al bagno

  1. Velocità – Per quanto il bagno possa essere sinonimo di relax nella vita frenetica di tutti i giorni nulla è meglio di una doccia veloce, che mediamente dura dai 5 ai 7 minuti.
  2. Risparmio – Conseguenza del primo motivo appena elencato è il risparmio in termini di consumo medio di acqua, in un tempo in cui questo elemento è ritenuto “l’oro blu” del futuro è bene essere attenti ad evitare gli sprechi.
  3. Igiene – Molte teorie lo affermano e gli appassionati della vasca lo rinnegano, eppure la doccia è ritenuta molto più igienica a livello di pulizia della persona in quanto si ha a che fare con acqua corrente.
  4. Praticità – Soprattutto le donne preferiscono la praticità con la quale si riesce a pulire un box doccia rispetto ad una vasca da bagno, sia prima che dopo.
  5. Molteplicità – Quante cose si possono fare durante la doccia? Potremmo elencarne tantissime ma ci limitiamo al lavaggio dei capelli ed ovviamente al cantare.

Volendo aggiungere un sesto punto a favore della doccia si potrebbe menzionare il tema della sicurezza, per tutte le persone disabili o anziane che hanno indiscusse difficoltà ad entrare ed uscire dalla vasca da bagno.
A tal proposito molta più gente converte la propria vasca da bagno in un comodo box doccia, grazie alla professionalità delle aziende specializzate in grado di effettuare tale conversione senza operazioni edilizie invasive, lunghe e costose.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Email
Print