16 novembre 2015
Category blog novabad
16 novembre 2015,
 0

Grazie a tecnici specializzati l’installazione di una doccia è molto semplice e veloce ed è sicuramente una soluzione sicura, elegante e conveniente.
Novabad Non solo propone prezzi convenienti,pagamenti agevoli, finanziamenti a tasso zero e sopralluoghi gratuiti e eaurienti, ma per gli interventi di trasformazione da vasca a doccia è possibile godere di agevolazioni fiscali.

Detrazione fiscale IRPEF del 50%

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%, in particolare per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015, la detrazione Irpef sale al 50%.
I beneficiari dell’agevolazione sono tutti i soggetti passivi IRPEF che siano possessori o detentori a qualsiasi titolo del fabbricato e il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento ( purché sostenga le spese, le fatture e i bonifici siano a lui intestati e purché la condizione di convivente o comodatario sussista al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori).
Con l’entrata in vigor edel Decreto Sviluppo 70/2011, chi intende avvalersi della detrazione del 36% per i lavori di ristrutturazione, non ha più l’obbligo di inviare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate e tutti i dati necessari saranno indicati nella dichiarazione dei redditi. Se i lavori sono effettuati dal detentore dell’immobile, è necessario riportare nella dichiarazione dei redditi anche gli estremi di registrazione del contratto di locazione o comodato, cioè l’atto con cui si costituisce il diritto sull’immobile.
Condizione necessaria per fruire della detrazione è che le spese detraibili vengano pagate tramite bonifico bancario o postale.

Contributo per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati

Legge n. 13 del 09/01/1989 e circolare ministeriale – Ministero dei Lavori Pubblici n. 1669 del 22/06/1989

La Legge n. 13 del 1989 ha introdotto la possibilità di richiedere contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.
Hanno diritto a presentare la domanda di contributo :

  • i disabili con menomazioni o limitazioni funzionali permanenti di carattere motorio e i non vedenti;
  • coloro i quali abbiano a carico persone con disabilità permanente;
  • i condomini ove risiedano le suddette categorie di beneficiari;
  • i centri o istituti residenziali per i loro immobili destinati all’assistenza di persone con disabilità.

La domanda deve essere presentata al sindaco del comune in cui è sito l’immobile , in carta da bollo, entro il 1° Marzo di ogni anno, allegando:

  • l’istanza contenente la descrizione anche sommaria delle opere e della spesa prevista;
  • il certificato medico e qualora il disabile sia riconosciuto invalido totale con difficoltà di deambulazione dalla competente ASLdeve allegare anche la relativa certificazione della ASL;
  • l’autocertificazione in cui viene specificata l’ubicazione dell’immobile dove risiede il richiedente e su cui si vuole intervenire;
  • la dichiarazione in cui specificare che gli interventi per cui si richiede il contributo non sono già stati realizzati o sono in corso di esecuzione.

Dopo aver presentato la domanda gli interessati possono realizzare le opere senza attendere la conclusione del procedimento amministrativo e, quindi, correndo il rischio della eventuale mancata concessione di contributo.
Il disabile deve avere effettiva, stabile ed abituale dimora nell’immobile su cui si intende intervenire. Non si ha diritto ai contributi se l’immobile è dimora solo saltuaria o stagionale o precaria; si perde inoltre diritto al contributo se dopo aver presentato l’istanza o dopo aver effettuato i lavori si cambia dimora.
L’erogazione del contributo da parte del comune viene fatta dopo l’esecuzione dell’opera e sulla base delle fatture quietanzate.

Scopri tutti dettagli leggendo la nostra pagina Agevolazioni fiscali e contattaci per un preventivo gratuito per la trasformazione da vasca in doccia.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Email
Print